Stai in contatto

Beni Culturali

MERAVIGLIE SCONOSCIUTE / La tomba sannitica dal museo dei Campi Flegrei nel castello di Baia

Pubblicato

il

tomba sannitica

Foto Enzo Di Paoli

Dal Museo dei Campi Flegrei nel Castello di Baia una stupefacente tomba sannitica dipinta. IV sec. a.C. Vediamo qui un reperto di eccezionale interesse artistico e storico. La tomba di due coniugi raffigurati durante un momento conviviale.

Lui sdraiato, lei seduta accanto a lui.

La Serva dal curioso copricapo gli ha versato dell’acqua che lui poi porge dolcemente alla moglie. La donna a sua volta porge al marito un melograno. Sopra di loro ornamenti di penne di pavone.
Dinanzi a loro scene di balli e di canti.

Acqua come rigenerazione, sorgente di vita, purificazione.

tomba sannitica 3

Foto Enzo Di Paoli

Melograno, il frutto sacro legato agli Inferi, a Persephone e quindi alla ciclicità della vita.
Penne di pavone, simbolo solare di immortalità.

Un insieme di simboli legati alla speranza di un ritorno impossibile.

Sono gli archetipi del dolore e del lutto.

Notate gli occhi dei due coniugi. Sono cancellati. Perchè?

tomba sannitica 4

Foto Enzo Di Paoli

La tomba ab antiquo fu visitata da profanatori in cerca di oggetti preziosi. Temevano di essere visti da quelle anime e da esse maledetti per l’eternità.

Credettero di salvarsi dalla maledizione togliendo la vista a quegli occhi.

Enzo Di Paoli

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *