Stai in contatto

Beni Culturali

STORIA E IDENTITA’ / Con la testa in su: per trovare l’antica Neapolis bisogna guardare in alto

Pubblicato

il

spolie greche 4

Per trovare l’antica Neapolis bisogna guardare sopra non sotto

All’altezza del terzo piano dei palazzi circostanti, murati nello splendido campanile durazzesco di San Giovanni a Pappacoda, appaiono incredibilmente pezzi di recupero archeologico dell’antica Neapolis imperiale.

spolie greche 7

Venivano inseriti nel medioevo per precise ragioni: strutturali, quando i grossi blocchi fungevano da piedritti di sostegno. Ornamentali, quando erano pezzi effettivamente pregevoli. Ma soprattutto per ragioni identitarie. Si affermava cioè la nobile origine greca e imperiale della città.

spolie greche 5

In queste foto tra una testa giunonica, una testina di Gorgone e lastre tombali con le effigi dei defunti spicca però una lastra di sarcofago del II sec. di grande importanza. E’ una scena del culto di Demetra. Persephone figlia di Demetra fugge dal suo sposo Ade che la insegue sul suo carro di fuoco, e corre verso la madre.

Riconosciamo il serpente, simbolo infernale del dio. Persephone dovrà tornare indietro e dovrà passare poi sei mesi negli Inferi e sei mesi sulla Terra. E’ il ciclo della natura, il ciclo della vita che muore e rinasce. Sono i misteri eleusini, i misteri di Demetra e Persephone.

spolie greche 1

Un culto importantissimo nell’antica Neapolis.

E Demetra aveva il suo tempio sull’Acropoli , tra gli dei patrii.

Ora si trova in un campanile a 15 metri di altezza.

Enzo di Paoli, Associazione Locus Iste

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.