Stai in contatto

News

Napoli e Assisi unite per la valorizzazione del presepe

I sindaci delle due città hanno firmato un protocollo di collaborazione per la valorizzazione del presepe e dell’arte presepiale, ipotizzando un futuro riconoscimento da parte dell’Unesco Il presepe è un simbolo indiscusso della tradizione napoletana, protagonista silente persino di grandi capolavori teatrali (il riferimento a “Natale in Casa Cupiello” è puramente voluto). Universalmente attribuito a San […]

Pubblicato

il

I sindaci delle due città hanno firmato un protocollo di collaborazione per la valorizzazione del presepe e dell’arte presepiale, ipotizzando un futuro riconoscimento da parte dell’Unesco

Il presepe è un simbolo indiscusso della tradizione napoletana, protagonista silente persino di grandi capolavori teatrali (il riferimento a “Natale in Casa Cupiello” è puramente voluto).

Universalmente attribuito a San Francesco, questo “gesto d’amore” legato alle feste natalizie sancisce implicitamente un legame tra Assisi e Napoli che, attraverso Luigi De Magistris e Stefania Proietti, si è concretizzato ufficialmente nella stipula di un protocollo di collaborazione per la valorizzazione del presepe e dell’arte presepiale.

La lodevole iniziativa, la quale fungerà in futuro anche da stimolo per il riconoscimento del plurisecolare “rito” come patrimonio Unesco, apre inoltre a una maggiore sinergia tra le due amministrazioni.

Napoli, come auspica il sindaco di Assisi e nel pieno della sua proverbiale solidarietà, si impegnerà concretamente nel sollecitare la ripresa dei flussi turistici campani verso la nota località umbra, tradizionalmente numerosi in primavera e in estate, e praticamente azzerati dopo le tragiche vicende legate al terremoto dei mesi scorsi.

Sarà avviata proprio in estate, come sottolinea il primo cittadino partenopeo, l’organizzazione di un progetto finalizzato alla cooperazione con Betlemme sotto il profilo sociale e culturale.

Napoli e Assisi unite nel nome del presepe, della solidarietà, nel segno di una collaborazione che potrà magari elevarsi ad esempio nell’intricato, e spesso subdolo, panorama politico nazionale..

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.