Stai in contatto

Istruzione, scuola, università

INTERVISTE A DISTANZA / Il “Tablet sospeso”: l’iniziativa solidale di una mamma di Sorrento

Pubblicato

il

Un nuovo appuntamento della nostra rubrica “Le interviste a distanza di identità Insorgenti”. Interviste live, in diretta sui nostri social con ospiti in collegamento per parlarvi di arte, letteratura, musica, identità e tanta, tanta resistenza.

In questa puntata vi parliamo di un’iniziativa tutta napoletana , nel segno di quella solidarietà che tanto ci contraddistingue e che ha dato vita ad idee come “il caffè sospeso” o come “il tampone sospeso” di cui vi abbiamo parlato sul nostro giornale nei giorni scorsi.

Nasce ora il “Tablet sospeso”. In questo tempo in cui la DAD, la didattica a distanza, è Scuola a tutti gli effetti, e per i ragazzi della Campania è l’unica possibilità di continuare il loro percorso scolastico, chi non ha un computer si vede negare uno dei propri diritti fondamentali: l’istruzione.

Da qui nasce l’idea di Eugenia Di Leva, mamma di due studentesse della scuola secondaria, che crea, attraverso un post su Facebook, una rete di raccolta di Pc/Tablet usati da rigenerare che, con l’aiuto del tecnico informatico Vittorio Acampora, vengono rimessi a nuovo e donati ai bambini e ai ragazzi che ne hanno necessità così da permettere loro di partecipare alla didattica a distanza.

Ne parliamo con gli ideatori dell’iniziativa che sta avendo un grande riscontro e sta attivando una grande rete di solidarietà in tutta la Campania.

Per chi volesse contribuire ecco i numeri di riferimento.

Contatti: Eugenia 3355707807

Punti di raccolta: Meginet Headquarter, Via Rota 17/23, Sorrento

Valentina Castellano

 

 

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.