Stai in contatto

Le Mappinate

La bufala del gas del Vesuvio nel porto: come ti attiro il click creando il panico

Pubblicato

il

ILMAPPINO2015

Nella giornata di ieri – noi sulla pagina di Identità Insorgenti abbiamo detto subito che si trattava di bufala, il Mappino, riportava una notizia (amplificata poi e divenuta virale sui social network e su blog di ogni forma e risma), accompagnata da un video di You Reporter (lanciato dunque dal Corriere per primo) e pubblicata anche da un sito che si chiama “Segni dal Cielo” che così la “presentava”:

I telegiornali non ne hanno parlato, ma questa notizia sta già facendo il giro dei web. Molti si dicono preoccupati per il ribollire dell’acqua del mare a poche centinaia di metri dall’entrata al porto commerciale partenopeo. Si tratta della fuoriuscita di gas vulcanici dal fondo del mare al largo del porto di Napoli. Forse il Vesuvio si sta risvegliando?

Diciamo pure che era piuttosto normale che non ne parlassero perchè sarebbe bastata un minimo di esperienza da cittadino dei Campi Flegrei per rendersi conto che il “comportamento” delle fumarole sottomarine si manifesta in ben altro modo (chi è appassionato di immersioni può provare a verificarlo già ad una cinquantina di metri dalle coste di Pozzuoli nella zona di “Via Napoli”). Senza tuffi pre stagionali in acqua, sarebbe bastato chiedere a qualche studente di vulcanologia.

Ed invece per una intera giornata titoli ad effetto, per un click in più hanno allarmato la popolazione e reso gaudenti i razzisti ed idioti di turno.

Oggi il comunicato ufficiale della Capitaneria di Porto:si tratta della rottura di una condotta fognaria.

Sul fenomeno è intervenuto anche l’assessore regionale alla Protezione civile Edoardo Cosenza: «Dal monitoraggio costante effettuato dall’Osservatorio Vesuviano non risultano alterazioni dei parametri. Nessun allarme per il Vesuvio».

Verificare le notizie, soprattutto se si tratta di testate nazionali, aiuterebbe ad accrescere la reputation di un quotidiano ed invece, come nel più classico “acchiappa click” si pubblica di tutto. Come quando il Corriere del Mezzogiorno (che pure ha pubblicato il video avendo poi cura di rettificare, dopo numerosi sfottò e commenti sulla page fb, che avrebbe potuto anche non trattarsi di gas, ah però!) pubblicò le immagini di una rapina avvenuta a Napoli due anni prima. Comportamento denunciato da Identità Insorgenti che portò alla maldestra rimozione del video senza, neanche in questo caso, un briciolo di scuse per i lettori.

Il Lazzaro

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.