Stai in contatto

Beni Culturali

#SALVIAMOPOMPEI / La battaglia virale di Libreriamo dopo gli ultimi crolli causati dal maltempo

Pubblicato

il

salviamo pompei

Un hashtag #SalviamoPompei “per dire tutti insieme basta all’incuria ed al degrado che affligge uno dei simboli del patrimonio artistico italiano come Pompei”. E’ il messaggio lanciato da Libreriamo Culture Help, la linea di emergenza 2.0 contro gli abusi al patrimonio artistico italiano ideata dal sociologo Saro Trovato, siciliano di Lentini da tempo emigrato a Milano che dopo lo smottamento di ieri a Pompei, ha inviato una lettera aperta al neo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed al Ministro dei Beni e delle Attivita’ Culturali Dario Franceschini per “far sentire la voce del popolo della rete alle istituzioni” e sollecitare una maggiore attenzione verso gli scavi. “Nonostante l’area interessata dallo smottamento fosse gia’ parte del programma di messa in sicurezza della Regio VIII previsto dal Grande Progetto Pompei e la particolare attenzione da parte della Soprintendenza, l’episodio di ieri mattina dimostra come tutte le forze messe fino ad oggi in campo non siano sufficienti a salvaguardare quello che dovrebbe essere uno dei principali fiori all’occhiello del nostro Patrimonio artistico”, si legge nella lettera, che si conclude con la richiesta di “un’azione pronta ed efficace che possa salvaguardare una volta per tutte questo simbolo del patrimonio artistico italiano”.

“Basta ricordarsi di Pompei sempre e solo in seguito ad un furto o ad un danno dovuto a cause naturali – è scritto nell’appello – Facciamo sentire alle istituzioni la nostra voce per segnalare l’importanza di prevenire certe situazioni e preservare uno dei simboli del nostro patrimonio artistico, come Pompei. Ieri abbiamo assistito ad un nuovo ed increscioso episodio, figlio di un mancato servizio di prevenzione efficiente a tutela di uno dei simboli del nostro patrimonio artistico. Uno smottamento di terreno dovuto alle piogge ha interessato parte del giardino della Casa di Severus negli scavi archeologici di Pompei, lungo il costone roccioso meridionale. Il cedimento ha interessato anche una piccola parte del muro di contenimento del giardino, sovrapposto al banco lavico del costone. Non e’ la prima volta che cio’ succede ai danni di Pompei. Noi di Culture Help vogliamo unire e far confluire lo sgomento e l’angoscia che il popolo della rete sta comunicando sui social con post, tweet e l’ hashtag di riferimento #SALVIAMOPOMPEI, lanciato per dire tutti insieme basta all’incuria ed al degrado che affligge uno dei simboli del patrimonio artistico italiano come Pompei”.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.