Stai in contatto

Campania

ACCORDO SUL TABACCO / Così la Campania perde il suo ruolo da protagonista

Pubblicato

il

tabacco campania

Appena insediatosi, il Kapo De Luca comincia a fare danni alla già precaria economia campana. A Palazzo Chigi, infatti, è stato firmato un accordo per la vendita di tabacco toscano a Philip Morris. Ma, oltre alla Toscana, gli americani – notoriamente molto vicini a Matteo Renzi – acquisteranno tabacco anche da Umbria, Veneto e Campania.

Una buona notizia? Per niente. Perchè la Campania è leader assoluta in Italia nella produzione del tabacco. Una tradizione antica, radicata, peculiare. Ma grazie a questo accordo, la Campania peserà solo per il 60 per cento, perdendo il suo ruolo da protagonista per spartirsi la torta milionaria (500milioni investiti in 5 anni dalla multinazionale) con altre regioni ben al di sotto dei suoi standard produttivi nel settore. La coltivazione di questo tabacco ha rappresentato e rappresenta tuttora per molte zone della Campania ed in particolare nella provincia di Caserta una importante ed insostituibile fonte di reddito. Questa coltura riveste un ruolo di estrema rilevanza nei contesti socioeconomici locali in cui è prodotto, dato il carattere familiare che caratterizza la conduzione della maggior parte delle aziende tabacchicole campane. Le superfici di queste aziende sono medio-piccole in relazione da un lato alla storica frammentazione e polverizzazione che caratterizza l’agricoltura meridionale e dall’altro alla notevole quantità di manodopera di cui necessita la coltivazione di questo tipo di tabacco.  Le conseguenze dell’accordo, dunque, sono tutte da verificare.

Inoltre, sempre grazie ad accordi tra il governo, la Coldiretti e la Philip Morris, è prevista l’apertura di una nuova area produttiva, a Crespellano, nel bolognese, che creerà 600 posti di lavoro e che andranno a sommarsi agli oltre 400 di Zola Predosa.

Ma De Luca, il governatore del “fare” (danno), si dichiara soddisfatto:”La firma dell’accordo tra Governo, Philip Morris e le rappresentanze del comparto è un grande risultato per la filiera campana del tabacco.(…)Abbiamo lavorato fianco a fianco con il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina, l’azienda e le associazioni del comparto in queste settimane per una soluzione positiva dell’intesa che valorizza in modo straordinario una delle eccellenze dell’agricoltura campana: il tabacco Burley. Gli elementi decisivi che hanno orientato la decisione della multinazionale del tabacco sono stati la qualità del prodotto campano, la professionalità degli operatori eredi di una tradizione secolare ma capace di raccogliere le sfide del presente e del futuro, la perfetta organizzazione della coltivazione in tutte le sue fasi con particolare riguardo per il rispetto dell’ambiente e dei suoli. Questo accordo, in termini economici ed occupazionali, diventa uno dei tasselli più importanti del rilancio dell’agricoltura “.

Non ci resta che, ancora una volta, ringraziare il Kapo De Luca e tutti i suoi elettori per l’ennesima mandrakata del Re delle lampadine.

Drusiana Vetrano

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.