Stai in contatto

Attualità

L’onda d’urto dell’esplosione del vulcano a Tonga rilevata anche a Napoli

Pubblicato

il

onda d urto vulcano tonga rilevata a napoli

L’esplosione terrificante del vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha’apai ha causato un’onda d’urto così forte da essere rilevata dai barometri di tutto il mondo. Anche in Italia, anche a Napoli.

La distanza fra Tonga e Napoli è di oltre 17.000 km. L’onda d’urto è stata generata il 15 gennaio alle 5:15 ora italiana. Dopo oltre 15 ore e mezza il barometro dell’istituto di Scienze e Tecnologie per l’Energia e la Mobilità Sostenibili (STEMS) del CNR di Napoli, accanto allo stadio Maradona, ha rilevato un picco di pressione di circa 200 Pa.

L’onda d’urto ha viaggiato a circa 1100 km/h da Tonga per il mondo, in ogni direzione, essendo sferica.

Difatti, dopo un paio d’ore ecco un secondo picco di pressione, di minore intensità, che ha fatto il giro del mondo in senso inverso rispetto a quella precedente. Quella rilevata alle 00:40 del 16 gennaio ha percorso oltre 21500 km.

Alessandro di Gaeta e Fabrizio Reale (ricercatori CNR)

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *