Stai in contatto

Cultura

POLITICHE TERRITORIALI / Per Openbilanci Napoli è terza in Italia per investimenti pubblici

Pubblicato

il

openbilanci

Secondo gli indicatori di Openbilanci, Napoli è il terzo tra i grandi Comuni italiani per investimenti a lungo termine, dopo Milano e Venezia. Il primo tra le città centro-meridionali.

Agli ultimi posti,  Verona, Palermo e Bari.

Indicatori molto interessanti per una città che, durante le amministrazioni precedenti, è stata sinonimo di immobilismo, spreco, cattiva gestione della spesa pubblica.

Riportiamo i punti più interessanti dello studio.

Per approfondimenti, vi rimandiamo al sito web di Openbilanci.

“Ci sono tanti elementi che possono contribuire nel giudizio della cittadinanza nei confronti della propria amministrazione: dal livello delle tasse, alla gestione dei rifiuti, passando ai servizi offerti. Elementi immediati, che si differenziano molto dalla propensione di un Sindaco di puntare o meno sugli investimenti.

Uno degli indicatori di Openbilanci punta a calcolare esattamente questo aspetto. Misura la parte di spese che il Comune decide di dedicare a progetti di lungo termine per lo sviluppo del territorio – spese in conto capitale.  E’ calcolato in percentuale sulla media degli ultimi tre anni: maggiore è il valore, più alta è la propensione del Comune ad investire.

Nel 2013, ultimo anno rilevato, fra le grandi città italiane, il Comune con la percentuale più alta era Milano (56,50%). Molto dietro, il podio è completato da Venezia (28,59%) e Napoli (27,67%). In fondo alla classifica abbiamo Palermo (11,28%), Bari (10,55%) e Catania (6,59%).”

Drusiana Vetrano

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.