Stai in contatto

Attualità

A PIETRARSA / Gli “stati generali” del turismo: verso lo sviluppo e recupero dell’area

Pubblicato

il

Statua Ferdinando II in restauro

Statua Ferdinando II in restauro

Come anticipato nei mesi scorsi, ci sono diverse cose che bollono in pentola per quel che concerne Pietrarsa, il suo opificio, la prima Ferrovia dell’Italia pre-unitaria, e tutto ciò che concerne il recupero di quelle zone così importanti per l’identità costiero vesuviana,  proprio su quel “Miglio d’oro”, che da decenni attende un recupero definitivo che possa fare da effetto “traino”, per un turismo che può esplodere, eruttando finalmente i suoi effetti benefici.

Mentre la statua del Re Ferdinando II è finalmente in restauro conservativo, con i suoi imponenti 4 metri circa di altezza, mentre con Pietrarsa Express, dal 6 Marzo, con cadenza mensile, si può viaggiare su di un  treno antico anni 30 e visitare contemporaneamente il museo di Pietrarsa con corse mattutine e pomeridiane da Napoli a Portici, ecco che con il Ministro Dario Franceschini, il 7, l’8 ed il 9 Aprile, si aprirà la seconda edizione degli Stati Generali del Turismo  “Visioni e strategie di sostenibilità”, ovvero la più grande consultazione pubblica sul turismo italiano, che si concluderà a Luglio con l’approvazione del Piano Strategico Nazionale.

Enti locali, albergatori, operatori turistici, discuteranno della filiera turistica, e di dinamiche competitive,  in questi tre giorni, insieme ai direttori dei principali musei statali ed Enit, implementando nuovi visioni strategiche.

Ci saranno  20 tavoli di discussione e oltre 400 partecipanti che si alterneranno per 5 diverse sessioni nel corso, a partire dalle ore 15 del giorno 07 Aprile.

Contemporaneamente  ci sarà un  brainstorming collettivo alla ricerca di idee nuove,  nel settore del turismo e  dei beni culturali: 100 giovani,  tra innovatori, artisti, programmatori, ed esperti di marketing e di informatica parteciperanno al «TO.MA.TO» (Top Marathon Tourism), un evento di 24 ore in squadre da 10, proporranno progetti ed idee innovative, e saranno giudicati dai testimonial dei tavoli delle diverse sessioni del Museo stesso.

Un occasione di visibilità da non perdere, per Pietrarsa insomma, per una zona che meriterebbe un maggior afflusso turistico, un’occasione che deve necessariamente spronare cittadini ed associazioni, al fine di mettere pressione alla classe politica, per rafforzare infrastrutture e tutto ciò che concerne i meccanismi di accoglienza per i turisti.

Le difficoltà logistiche e ricettive, la mancanza di parcheggi e trasporti che incoraggino gli afflussi,   sono ancora purtroppo, la nota dolente, per un “palcoscenico” che si sta per riaprire.

Parafrasando una vecchia canzone di Vasco Rossi, ed a proposito di “treni” potremmo dire che “quello è un treno che non passa più”.

Alberto Guarino

 

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.