Stai in contatto

Sport

MARADONA 60 / Auguri a Diego, simbolo eterno di una ribelle giovinezza che mai sfiorirà

Pubblicato

il

Se è vero che la giovinezza finisce quando il tuo calciatore preferito ha meno anni di te, Maradona sarà per sempre la nostra porta d’accesso all’elisir di lunga vita. Sul web e sui giornali, ad accompagnare articoli e lavori che lo raccontano, ci son quasi sempre foto e scatti della sua gioventù. Di quando giocava, elargendo bellezza inarrivabile e componendo poesie ineguagliabili.

Diego, per noi, non è mai invecchiato. E mai lo farà. Che scorrano pure le lancette del tempo: noi troveremo sempre il modo di riavvolgerle, per perderci nei ricordi che ci ha lasciato. Che si scrivano ancora su di lui fiumi e fiumi di inchiostro: non ci annoieremmo mai di leggerli, né ci tireremmo mai indietro per difenderlo.

Genio, precoce e ribelle. Illusionista, scaltro e imprendibile. Il meno umano tra gli umani. Tanto vicino al divino da prenderne le sembianze, quanto prossimo al diavolo da patirne le sue pene. Il solo pronunciare il suo nome – oggi come ieri – sprigiona un sequel di emozioni devastante, tra brividi sulla pelle, occhi che luccicano e mani che si sfregano.

Perché non tutti han visto Maradona, ma a tutti Diego è riuscito a far battere il corazon. E di questo gliene saremo per sempre grati.

Buon compleanno Diego.

Buon Natale a chi crede.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.