Stai in contatto

News

Quando Napoli fece voto a San Gennaro: rievocazione storica della nascita della Deputazione

NAPOLI, 14 SETTEMBRE – Tra il 1525 e il 1527 la città di Napoli fu messa duramente alla prova: l’esercito francese era alle porte e spingeva per riconquistare il Regno di Napoli; un’epidemia sterminò buona parte della popolazione, e la terra fu scossa da terremoti ed eruzioni del Vesuvio. La città tutta, con i suoi […]

Pubblicato

il

NAPOLI, 14 SETTEMBRE – Tra il 1525 e il 1527 la città di Napoli fu messa duramente alla prova: l’esercito francese era alle porte e spingeva per riconquistare il Regno di Napoli; un’epidemia sterminò buona parte della popolazione, e la terra fu scossa da terremoti ed eruzioni del Vesuvio. La città tutta, con i suoi Eletti dei Sedili, fece dunque voto a San Gennaro, con un contratto notarile, e la promessa di costruire una nuova grande cappella nel Duomo dove custodire le sacre reliquie ed il tesoro in cambio della salvezza. Nacque così, nel 1601, una commissione laica di 12 membri formata dai rappresentanti dei sedili: l’Eccellentissima Deputazione della Reale Cappella del Tesoro di San Gennaro.

Sono passati 490 anni dalla sottoscrizione del voto a San Gennaro da parte degli eletti ai Sedili di Napoli e il legame tra la città e il santo patrono continua imperterrito, rafforzato dagli eventi dell’anno passato, che minarono la laicità della Deputazione e le fondamenta di questo secolare culto.

E a riprova di questo legame indissolubile che si rinnova nei secoli, il prossimo 18 settembre alle ore 10 la città potrà assistere alla prima rievocazione storica della tribolata nascita della Deputazione. L’evento è stato organizzato dall’associazione I Sedili di Napoli e prevederà la teatralizzazione del patto tra il popolo e San Gennaro e la narrazione dei i motivi storici che hanno portato alla sottoscrizione del voto. L’evento sarà arricchito da un sottofondo musicale, a cura dell’Associazione Trombonieri Sbandieratori Cavalieri di Cava de’ Tirreni, e da una sfilata in abiti cinquecenteschi riprodotti dalla stilista Francesca Flaminio.

A margine della rievocazione storica sarà possibile visitare lo straordinario Museo del Tesoro di san Gennaro con visite guidate e prezzi dei biglietti ridotti per l’occasione.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.