Stai in contatto

Rubriche

‘A Puisia della domenica di Poesie Metropolitane. Oggi in compagnia dei versi di Assunta Sperino

Pubblicato

il

Buona domenica con ‘A Puisia. Ogni domenica un nuovo appuntamento con un poeta dell’Associazione culturale Poesie Metropolitane e una sua poesia in vernacolo.

Buona lettura con Assunta Sperino.

Assunta Sperino, nasce a Napoli il 22 novembre del ’76, inizia a scrivere da ragazzina senza mai smettere. Diplomata all’istituto magistrale, si iscrive alla facoltà di Sociologia.
Solo nel 2018 decide di pubblicare i suoi testi con la C. Editrice Pagine, facendo parte di varie silloge.

Fa parte della nova “Enciclopedia dei Poeti Italiani Contemporanei” dell’Aletti Editore. Vince una targa al merito al Premio Alda Merini nel 2018 e nel 2019 al concorso internazionale Festa dei Popoli. Collabora con l’Associazione Poesie Metropolitane.


‘O MARIUOLO

‘Stu mare ‘e notte

me fa paura

pecché è mmariuolo,

s’arrobba ‘e penziére,

senza cercá nemmeno ‘o permesso

se piglia ‘e ricorde

e s’ ‘e porta appriésso.

Ma che sse ne fa

‘e ttutt’ ‘e pparole,

‘e ttutt’ ‘e suspire

ca tengo dint’ ô core?

‘E tutt’ ‘o curaggio

ca nunn’ aggio tenuto?

‘E tutt’ ‘e pperzone

ca m’hanno lassato?

Io ce ‘o dicesso:

-Comme te permiétte

‘e me trasí ‘a dinto

‘e me scavá ‘mpiétto?

Pecchè te cride

ca tiéne ‘o diritto?

Vuò fa ‘o padrone?

E addó sta scritto?-

Ma tant’ o ssaccio

isso è cchiù fforte,

io so’ na vigliacca

e mme stongo zitta.

E ddint’ ô scuro

‘stu mare aggitato

se piglia ‘e ricorde

ca tenevo astipato.

Assunta Sperino

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.