Stai in contatto

NapoliCapitale

L’OUTING DI MASTELLONI / Quello che Salvini dice di Napoli è vero e lo voterei

Pubblicato

il

foto Dagospia

Alla fine l’attore Leopoldo Mastelloni fa outing e dichiara il suo leghismo d’animo.

Ospite della puntata di ieri sera della Zanzara per ingraziarsi il padrone di casa, Giuseppe Cruciani, giornalista romano, mai tenero con la città di Partenope (della serie meglio la trave nel proprio occhio che la pagliuzza in quello altrui). Così Mastelloni nella sintesi di Angelo Forgione:

«Io mi sento romano. Vivere a Napoli è un percorso di guerra. Essendo una città piccola (detto da un “romano”) è dominata dal malcostume della provincia. È malfamata tutta. C’è bisogno dell’esercito. Il sociologo napoletano De Masi (che non è napoletano ma molisano) ha ragione a condannarla. Salvini dice cose giustissime su Napoli e io lo voterei.»

In un grumo e pulviscolo di luoghi comuni, questa volta la colpa dei mali di Napoli è imputata ai “provinciali” che vanno a Napoli e si comportano male (chissà se Mastelloni sa che ad esempio al raccolta differenziata nella provincia degli zozzoni supera in media quella della regione Toscana). Salutiamo, dunque, il cripto leghismo di Mastelloni e gli facciamo i migliori auguri per le vicende giudiziarie della propria città.

Anche quando le vicende di sozzura riguardano altri campanili, conviene parlare del presunto castello degli orrori napoletano. Così a gratis, per tranquillizzare la gente.

Epico il mastelloniano: “prima gli italiani”, che è possibile ascoltare nella diretta di Cruciani. Un salviniano doc. Il leghismo in fondo è una categoria dell’animo.

Chissà se i “malfamati” napoletani, come li definisce Mastelloni torneranno a riempire il teatro dell’attore “romano”.

Ascoltatelo da 1.14.00:

Audio

Fonte: blog Il Lazzaro

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.