Stai in contatto

Rubriche

‘ A Puisia della domenica. Un nuovo appuntamento con i versi di Francesco Limite

Pubblicato

il

Buona domenica con ‘A Puisia in napoletano, la rubrica di Poesie Metropolitane che ogni settimana da spazio a un associato, autore o poeta emergente con un suo componimento in vernacolo.

Oggi vi presentiamo Francesco Limite

Francesco Limite, diversamente giovane, laureato quasi inutilmente. Assistente di volo, direi per forza, per 30anni. Rimatore da moti secoli esclusivamente in vernacolo, il quale non vive questa condizione come una diminutio, e chest’è.

Variante omicron 

‘Stu virus nce tene ncatenate, 

doppo duje anne ancora ‘un nc’ ha lassato, 

cu ‘sta variante nova, accamuffato, 

so’ a ccentenare ‘e ggente cuntaggiate. 

Chi è vvaccinato, è overo, ‘unn è intubato, 

e ‘e terapie intensive ‘un so’ ntasate. 

Ma quase uno a ffamiglia è ccuntaggiato, 

‘a corsa p’ ‘e tampune è rrepigliata, 

‘o capodanno nc’âmmo ntussecato. 

Chist’omicron è vvirus scurnacchiato, 

si ‘o tiéne, nun te cride ‘e sta malato, 

e allora ncuntre ‘a ggente, rilassato, 

senza vulè, te truove cuntaggiato. 

Cu ‘o riturnello ‘e na nota canzone, 

vulesse esorcizzà ‘stu mascalzone. 

Chistu ccà, chistu ccà, 

ca omicron mo se fa chiammà, 

si pure me da sulo ‘o raffreddore, 

mmesca ‘a famiglia ‘int’ a nu quarto d’ora. 

Chillu llà, chillu llà 

s’è accamuffato ma sta sempe ccà, 

gente gge’ nunn è ffernuta ‘a ‘uerra 

nun nc’avimma rilassà, 

Chillu llà chillu llà chillu llà. 

L’estate âmmo pavato cara e amara, 

erem’ ‘a sta ‘a luntano pure a mmare, 

nc’âmm’azzeccato in discoteca, 

zumpanno uno ‘ncuollo a n’ato, 

e p’ ‘o viruss che felicità….
Chistu  ccà chistu ccà, 

 s’è accamuffato ma sta sempe ccà, 

cu ‘e vaccine lle facimmo ‘a guerra, 

ato nun putimmo fà 

chistu ccà chistu ccà chistu ccà!!!

Francesco Limite

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.